LA SOIA È L'INGREDIENTE PRINCIPALE DEI TESSUTI SOSTENIBILI

Seta di soia e cashmere: tessuti biologici alternativi
La soia è una fibra creata dal residuo di soia derivante dalla lavorazione di semi di soia per prodotti alimentari come il tofu, facendo quindi uso di una risorsa che altrimenti andrebbe sprecata. È completamente naturale, completamente biodegradabile, rendendo l'ambiente a impatto zero.
La sua coltivazione non richiede pesticidi e aiuta a fissare l'azoto nel terreno. Diventa quindi un'ottima soluzione anche in termini di rotazione delle colture e rispetto del suolo.
designer e gli sviluppatori tessili sperimentavano con la soia. Anche Henry Ford possedeva un vestito fatto di tessuto di soia.
La seta di soia è leggera, liscia e delicata, quindi può essere utilizzata come filato per maglieria o tessuti a trama fine. Per questo motivo, può essere utilizzato come sostituto sia per la seta che per il cashmere negli indumenti.
E 'generalmente senza rughe e ha poco o nessun restringimento quando lavato. È anche lavabile in lavatrice, il che significa che è molto più facile da curare rispetto alla seta e al cashmere. Poiché è una fibra naturale, prende la tintura molto facilmente.
Quando miscelato con altre fibre naturali, come il cotone, la soia aggiunge una qualità liscia setosa, mentre l'altra fibra migliora la forza. Inoltre, il tessuto di soia spesso è più caldo della lana e supera di gran lunga il calore fornito dal poliestere, rendendolo eccellente per l'abbigliamento invernale e le coperture morbide e accoglienti. Nasce così il cashmere vegetale.
La soia, se lavorata correttamente, può fornire le stesse sensazioni di cashmere sulla pelle, diventando la migliore alternativa invernale al prodotto derivato dai capelli di capra "Changthagi".
Grazie alle proprietà dei tessuti di soia, sono fibre preziose per i vegani e coloro che cercano di ridurre la loro dipendenza dalle fibre animali, che vogliono anche farlo in modo ragionevolmente sostenibile.

lascia un commento

Acquista